Quella paura della Lega che ti Frega !!!


 

Uguali o Diversi ?
Quanto hanno in comune ?

Di Alessio Papi

Dopo le ultime elezioni regionali si fa un gran parlare del pericolo verde.

Il risultato della Lega Nord spaventa i più sia per le percentuali ottenute, sia per il progressivo spostamento verso verso Sud del suo potenziale elettorale.

In zone “tradizionalmente rosse” (Toscana, Marche ed Emilia-Romagna), la Lega ha saputo paradossalmente raccogliere consenso tra il proletariato “tipicamente rosso” deluso dal disfacimento della sinistra, e nell’elettorato “nazional-borghese” tipicamente aennino.

Sarebbe più utile (e intelligente), cercare di capire i motivi di questo successo.

Demonizzare una parte politica porta al  risultato esattamente opposto, ne aumenta

il consenso, e uanto accaduto tra Berlusconi e la sinistra dovrebbe (forse) averci insegnato qualcosa.

Piaccia o non piaccia la Lega ha saputo rispondere alle esigenze del territorio e dare una immagine della politica diversa.

E’ riuscita a portare “facce nuove” nella politica, nella maggior parte dei casi “leghisti della prima ora “, al contrario di Pdl e Udc che, salvo qualche eccezione, hanno al loro interno (un po’ per genesi, un po’ per predisposizione), un buon numero di riciclati e trasfughi.

Ha saputo accorciare le distanze tra la politica/politici e cittadini, sono riusciti a rendersi credibili nei confronti dei cattolici, che al Nord, hanno abbandonato l’ Udc;

Nei paesi sperduti come nei grandi centri, è stato un florilegio di aperture di sezioni della Lega, dove potenziali elettori possono incontrare leaders locali e nazionali, un metodo nuovo ma anche vecchio di fare politica.

Vecchio perchè era un metodo consolidato in formazioni come l’ M.S.I prima, AN poi, che avevano (prima del loro totale imborghesimento), nella capillarità delle sedi sul territorio il loro punto di forza.

Nuovo perchè ha saputo riempire un vuoto che altre formazioni hanno lasciato, con una non comune attenzione al elettorato di riferimento, senza mai creare inspiegabili e gratuite contrapposizioni con gli alleati di governo.

I vecchi circoli di partito tanto a destra (trasformati in caf o agenzie di viaggio), quanto a sinistra (trasformati in circoli pseudo-pub o gallerie d’arte), hanno preferito inseguire il business spicciolo.

Nelle grandi realtà come Roma fanno eccezione pochi gruppi legati per lo più a singoli particolarmente capaci che non a reali strutture di partito.

A chi ha giovato tutto ciò ?

A chi malato di leaderismo ha preferito un partito “light” gestito come una salumeria a conduzione familiare.

Colui che, avendo scollegato il partito dal territorio può compilare le liste (elettorali) a suo uso e consumo.

 Colui che avevendo il gessetto in mano può segnare a suo piacimento buoni e cattivi alla lavagna.

Un “cattivo maestro” anni fa sosteneva che la politica fosse “occupazione di spazi e fornitura di risposte”………………è quello che fa la Lega oggi…..

Piaccia o non piaccia la Lega oggi è la bella copia di quello che era Alleanza Nazionale dieci anni fa.

Basterebbe un po’ di umiltà per riconoscere gli errori commessi nel passato……. e non gridare al Lupo !!! al Lupo !!!……….. Quella paura della Lega che ti Frega !!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...