ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2010: VINCITORI E VINTI


Votare ??
Votare ??

  Il centrodestra vince ma nella coalizione chi ha avuto la meglio?

 Di Simone Carbonaro

Una cosa è chiara, il centrodestra ha vinto e le sinistre hanno perso, ma cosa ha caratterizzato questo turno elettorale? Sicuramente un elemento che da almeno 15 anni caratterizza la vita politica del paese, un partito vincitore per schieramento, a destra vince su tutti la Lega, mentre a sinistra l’IdV un ottimo risultato, i motivi di tale risultati sono stati sviscerati da tutti, ma quello su cui sarebbe importante porre l’accento è la tecnica che ha portato a tale risultato, da una parte Di Pietro che non ha un piano politico all’infuri dell’annientamento di Berlusconi, dall’altro la Lega che invece mette in campo un programma politico ben preciso e seppure ancora meramente territoriale condiviso da molti anche nei territori che non gli competono e se i verdi di Umberto Bossi perdessero l’identità territoriale cosa accadrebbe? Piccoli esperimenti cominciano a farli con esperienze tipo “lega Lazio” (lista presentata alle ultime europee), il risultato non è stato eclatante ma mostra come i leghisti cerchino di rompere il muro del nord. Tuttavia i padani stanno “crescendo bene” nel sistema nazionale ossia hanno incominciato a capire a “cosa servono le poltrone amministrative” ed hanno avanzato pretese, Berlusconi da leader della coalizione di centrodestra ha risolto la spartizione assegnando 2 regioni, Piemonte e Veneto alla Lega, 2 regioni, Lazio e Calabria, agli ex di Alleanza Nazionale e 3 regioni, Lombardia, Campania e Puglia, agli ex di Forza Italia, il risultato? La Lega ha vinto, A.N. ha vinto, e F.I. ha vinto in Lombardia e Campania ma ha perso pesantemente in Puglia, attribuire la colpa di questa disfatta al mancato accordo con la Poli Bortone è più che plausibile ma sostenere che tale accordo sia saltato per volontà del Presidente della Camera dei Deputati sembra almeno fantasioso visto che sembra la solita leziosaggine di chi avrebbe voluto una poltrona per interesse personale, ma non ha accettato di scendere a compromessi per un progetto comune. Progetto voluto fortemente dal ministro Fitto che, nonostante le indagini e gli arresti di alcuni membri della giunta Vendola (candidato uscente) e nonostante l’intervento di Berlusconi è miseramente fallito.

Nella Capitale abbiamo assistito ad un altro “miracolo” del cavaliere. Vicenda liste di Roma e provincia, in quest’occasione sono stati tutti pronti a schierarsi con Berlusconi che “ha risolto tutto scendendo in campo in prima persona” ma se vogliamo analizzare bene la cosa potremmo partire dal affermare che la persona ad aver compiuto l’errore sia un esponente ex F.I. e che Milione fa parte del gruppo di Pallone che pare essere un fedele di Previti, ma questa sembra un’analisi troppo semplicistica, inutile dire che tutto è successo per apportare delle modifiche dell’ultimo momento alle liste, mi chi volevano cancellare e chi volevano inserire? Per quanto riguarda la cancellazione si parla di Samuele Piccolo ma questo ragazzo a chi da fastidio? Agli ex di F.I., agli ex di A.N. o magari ad entrambi? Agli ex F.I poteva interessare solamente avere un altro posto in lista, mentre per gli ex A.N. si poneva il problema delle preferenze che l’On. Piccolo ha dimostrato di saper conquistare e quindi è più facile pensare che la correzione della lista sia stata voluta da qualche ex esponente di Alleanza Nazionale e non scordiamo che il Coordinatore del PdL nel Lazio è Vincenzo Piso, un fideista del sindaco Alemanno. Tornando alla questione Lega ed alla sua in arrestabile corsa verso le poltrone c’è da dire che alcuni episodi fanno sorgere alcuni dubbi sull’alleanza con il presidente del Consiglio, ad esempio il fatto che in Veneto si vinca la regione, primo partito la Lega, e si faccia una figura barbina a Venezia con candidato a Sindaco Brunetta (ex F.I.) o come la circolare firmata dal dicastero presieduto da Maroni in cui si dettava la regola da prendere in considerazione durante gli scrutini, questa circolare asseriva che i voti con “preferenze espresse a candidati di pura fantasia andassero considerati nulli” segnando un autogol per la candidata Polverini, infatti, molte persone pur votando la lista civica di Renata Polverini hanno espresso la preferenza a ipotetici candidati della lista PdL mai presentata e quella circolare ha semplificato molto il lavoro a chi voleva annullare dei voti della lista Polverini.

Annunci

2 pensieri su “ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2010: VINCITORI E VINTI

  1. F/F…esempio sbagliato di come quando si perdono i voti si hanno strane pretese.

    In questi giorni stiamo assistendo a livello Nazionale e a livello locale, di come un politico che perde consensi invece di farsi un esame di coscienza sul perché, alza la voce.
    Certe persone andrebbero isolate, invece purtroppo ci sono i soliti amici che alimentano il fuoco dell’illusione fino alla prova vera, che non è quella della piazza o della televisione, ma quella elettorale. A questo proposito sarebbe da chiedere ai due pretendenti a poltrone e visibilità una cosa sola, ma signori mi fate vedere i numeri? E si, perché poi prima di poter dire sono bravo, bisogna dimostrarlo. Cosa che oggi volenti e dolenti dobbiamo riconoscere che dall’ultima tornata elettorale, tolta qualche performance personale al sud, l’unico che può dire io li ho presi! (i voti) è la Lega.
    Se poi a qualcuno questo è rimasto indigesto, problemi suoi, ma non si può mandare in crisi una maggioranza per problemi esistenziali personali o di corrente.

  2. Caro Sandro la questione e’ proprio questa! Ma perché si ostacolano all’interno della coalizione e all’interno del PdL? Perché non viene portata aventi una linea comune? Continua questa guerra fratricida che rischia di portare i vincitori solo ad essere primi tra gli ultimi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...