Affittopoli ? Semmai Mattonopoli !


Si sa quello che gli italiani adorano è “la casa”.
Si sa quello che gli italiani adorano è “la casa”.

di Alessio Papi

 

Si sa quello che gli italiani adorano è “la casa”.

In una economia arcaica come la nostra i nostri avi hanno da sempre investito nel “mattone”.

Bene rifugio per eccellenza (in Italia), ha provocato i più grossi guasti di questo paese, abusivismo, deturpazione del territorio, disastri idrogeologici e ancor più devastanti sanatorie, oltre ad aver di fatto viziato l’economia.

Sconvolgente è quanto sta apparentemente venendo fuori dai vari “scandali affittopoli”.

Case affittate a prezzi di favore (e forse assegnate in maniera poco ortodossa) a personaggi (di tutti i colori politici) che hanno bisogno di tutto fuorchè un affitto a “prezzo sociale”.

Il bubbone sta proprio qui, perchè detti immobili sono in “zone di pregio” ed i prezzi “fuori mercato” (al ribasso) e c’è implicita una sottile ammissione.

Il mercato immobiliare nelle grandi città è artificiosamente sostenuto.

Le statistiche parlano chiaro, Roma e Milano sono tra le città più care d’ Europa …… peccato che londinesi e parigini abbiano un reddito medio di gran lunga superiore a quello di milanesi e romani, dato che diventa incredibile utilizzando Berlino (città con i redditi tra i più alti) per la comparazione, 80 mq in semi centro costano 250.000 Euro (Berlino la capitale delle capitali !!).

A Roma si stima che a fronte di una emergenza abitativa di 24.000 alloggi ve ne siano 26.000 inutilizzati o semplicemente “da recuperare”, eppure si continua a parlare di “necessità” di nuovi alloggi.

C’è crisi, i redditi si abbassano, eppure non calano ne i prezzi degli affitti ne quelli degli immobili.

Negli Usa colpiti dalla crisi, a seguito dei dissesti bancari i prezzi degli immobili sono scesi di 2/3.

In città come Detroit (capitale dell’auto), addirittura hanno perso i 9/10 del prezzo rispetto al periodo pre-crisi.

E’ poi contro ogni logica economica l’alienazione dei patrimoni pubblici, perchè vendere se “apparentemente” tutti comprano?

Perchè non mettere semplicemente tutto “a reddito” ?

Per un comune mortale (sempre che gli diano il mutuo), acquistare un immobile spesso significa indebitarsi per generazioni, o andare a vivere in una soffitta, oppure devi essere Marchionne e poter pagare un affitto mostruoso.

Il privilegio “non ha prezzo” (tralasciamo le “cartolarizzazioni”, ci vorrebbe un’enciclopedia), l’essere favorito a discapito del coglionazzo (senza offesa) che compra a 300.000 una ½ cantina , deve dare una soddisfazione pari ad un’orgasmo.

Le cose sono due o chi ci governa ed amministra vive in un mondo totalmente scollegato dalla realtà (non hanno il pane ? Mangiassero le brioches !), o peggio ancora (ipotesi che sostengo), chi ci governa non fa nulla per cambiare lo stato delle cose, cerca di galleggiare, senza acciaccare i piedi a troppe interessate persone….

Più che parlare di Affittipoli bisognerebbe parlare di Mattonopoli (passatemi il termine).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...