Cara Europa ti prego non salvarmi


 

Salvateci ???
Salvateci ???

di Alessio Papi

Salvati ,salvatemi e salvateci !

Non è una canzone di Jovanotti ne una boutade.

Benchè i media italiani non ne parlino a Cipro si sta consumando l’ennesima (n)euro-tragedia ai danni dei cittadini, nel nome del dio euro personaggio mitologico che comincia ad avere sempre più le sembianze di una iattura.

Facciamo un passo indietro.

Con l’entrata nell’euro Cipro è diventato il paradiso fiscale d’Europa, dove tutte le imprese (a cominciare dalle tedesche) si sono precipitate ad aprire società spesso fittizie.

Tassazione minima, max. discrezione sui movimenti bancari, costo del lavoro sotto la media europea, stabilità politica, e cultura “occidentale”.

Insomma, il posto ideale dove portare capitali senza dare nell’occhio.

Poi qualcosa è cambiato a cominciare dalle norme bancarie europee che hanno imposto maggiore trasparenza, il giocherello si è rotto ma intanto qualche gargarozzone estero aveva già guadagnato più del dovuto.

E’ arrivato il declino e la recessione (come per altro in mezza UE), e quattro burocrati della trojka europea (già il nome è disgustoso) hanno elaborato un piano di salvataggio (loro dicono per Cipro) in cambio di un prelievo forzoso dai conti correnti dei comuni cittadini.

Qualcosa non mi quadra.

Se mi “salvi” e poi mi prelevi forzosamente i soldi mi stai salvando con i “miei soldi” quindi vorrei anche poter decidere se farmi salvare o meno.

In seconda battuta stai salvando me o la Bundesbank , ovvero il maggior azionista della Bce ?

E se per me essere buttato fuori dall’Euro non fosse un problema …  avrò diritto di scegliere?

Se è Tuo interesse salvarmi perché comunque devo pagare Io ?

La moneta unica aveva promesso benessere, crescita economica e riduzione del debito, nessuna di queste istanze si sono verificate… che senso ha continuare ostinatamente a difenderla ?

E se quanto avvenuto a Cipro si estendesse ad altri paesi Italia compresa ?

Cara trojka, cara Europa, ma soprattutto cara (nel senso ecomico del termine) germania, vi prego, se vi venisse in mente qualche pensiero malsano vi prego non salvatemi…

Sto già inguaiato di mio !  

Annunci

Basta Minestrine Riscaldate.


di Alessio Papi

 

Basta Minestrine
Basta Minestrine Riscaldate

Pure il Cavaliere si è eclissato, finalmente è si è eliminato l’addensante del centro sinistra.

Poverini un po’ mi fanno pena, è come se improvvisamente togli al pargolo il pretesto del judo o del nuoto per non fare i compiti.

Ma la vita va così, ogni tanto (troppo poche in realtà) certe cose accadono.

In fondo è stato il (de)generatore di un sistema, quello delle ballerine in politica, quello dei nipoti (e delle nipoti) di, quello che ha mandato in parlamento imprenditori  troppo scaltri, faccendieri, fancazzisti,  celebrolesi e aspiranti marchesi del grillo (io so io e voi ‘nun sete un c….),  il costruttore di una politica di cellophane che ha amplificato la distanza tra “la Sora Cecioni” (illustre personaggio mitologico), ed il Palazzo di paillettes, inseguito a ruota da un centro sinistra che ha portato in parlamento personaggi come il figlio di Colaninno, evidentemente in un momento di invidia penica.

I giornali di oggi sono pieni di illustri e qualificati “tuttologi” che si spacciano per gente di centro-dx che auspicano un “grande partito di moderati” come se fino ad oggi  il Popolo delle Libertà fosse stato il partito Nazista dell’Illinois (ricordate la scena del film in cui la bluesmobile li fa finire nel fiume ?).

Di moderazione fino ad oggi ce ne è stata anche troppa ed ha portato al risultato nel quale ci troviamo oggi.

Il partito moderato per eccellenza l’Udc se si escludono alcune realtà locali diciamo “viziate” a malapena raggiunge il quorum per entrare in parlamento, segno che “fare i moderati” ed allearsi col centro dx o con il centro sx a seconda delle convenienze del  momento non porta da nessuna parte.

Il Pdl si è rivelato un contenitore sterile e vuoto un po’ come quello che si compra in farmacia per l’analisi delle urine, solo che anziché essere a disposizione di tutti è stato riempito sempre dal Sultano e dai suoi accoliti, nessun programma, nessuna idea “proprietaria”,  se non una banale e sterile contrapposizione alla sinistra (ma la sinistra cosa è ?).

Si abbia il coraggio di fare una “destra” vera, che abbandoni al contempo stesso patetici e folkloristici stereotipi demodè ed utopici velleitarismi liberali, si ricominci a parlare al cuore degli individui e non alle masse bovine, recuperando  la grande tradizione storica europea strizzando l’occhio oltreoceano.

Siamo in un momento di crisi economica e morale impressionante (quasi sempre le due cose coincidono),  e questa Europa si è rivelata un fallimento sia dal punto di vista economico che sociale.

L’acuirsi di tensioni in impone una seria e doverosa riflessione sul modello che abbiamo inseguito fino ad oggi.

Il libero mercato ammesso che esista, e le follie liberal-speculative stanno distruggendo il “vecchio continente” nel  nome del “dio  euro”, cercando di smantellare quel che rimane dello stato sociale.

Le nostre città sono diventate territori di caccia per predoni provenienti da ogni parte d’Europa e del Mondo, dove la criminalità organizzata d’importazione spadroneggia ed impone le proprie regole, negli enti locali sperperi e corruzione si bruciano parte del Pil.

In questo quadro quasi apocalittico abbiamo bisogno di tutto tranne che di ulteriore moderazione, abbiamo bisogno di programmi forti e posizioni definite, di speranze che ci aiutino (ma soprattutto ci motivino)  a cambiare le cose.

Abbiamo bisogno di tutto ….

Ma basta con le minestrine riscaldate !

Non prendeteci per le natiche.


di Alessio Papi

 Il termine sarebbe dovuto essere un altro ma ho preferito usare un approccio “light”.

I giornali di oggi riportano trionfanti le congratulazioni di Napolitano & soci (Pd-Pdl) per l’elezione di Hollande alle presidenziali francesi.

La cosa mi innervosisce alquanto, si …. mi sento preso per le natiche.

Andiamo con ordine.

Napolitano (il nostro “caro Presidente”), è colui che prima ha nominato senatore a vita il sig. Monti, poi lo ha fatto diventare premier con la benedizione di Pd e Pdl.

Il “Professore”  è la peggior espressione di questa idea di Europa tecnocratica e sanguisuga. 

Le elezioni che si sono tenute  hanno dimostrato come i francesi stessi fossero stufi dell’asse europeo  Parigi-Berlino, in Grecia hanno vinto estrema destra ed estrema sinistra accomunati da un marcata matrice anti Bce.

Con quale faccia (mi devo morsicare la lingua) costoro si complimentano con chi rappresenta l’esatto opposto (nel bene e nel male) di colui (e coloro) che hanno creato, e che è  l’espressione  massima di un’idea sbagliata di europa, uno che non spende neanche una parola per coloro che si suicidano vittime della crisi.

Se da cittadino sperassi in un atto magnanimo di onestà e di dignità auspicando  di vedere le dimissioni in blocco di questo parlamento mi prenderei per le natiche da solo … 

 …. Siete pregati di non farlo nenche voi !

La Forza delle Idee


 

Mer-kozy

Di Alessio Papi

 

Fin da piccolo mi ha sempre accompagnato la convinzione che   “se un uomo non è pronto a morire per le sue Idee o non vale niente come uomo o non valgono niente le sue idee”, e di conseguenza ho sempre rifiutato ogni concessione al relativismo rifiutando il concetto molto “funzionalista” di Homo oeconomicus .

Quello che ad oggi è successo ad oggi dalle dimissioni di Berlusconi mi mette una tristezza tremenda, ma ancora di più mi mettono tristezza quei personaggi squallidi che si  fanno chiamare deputati e senatori, ridotti a squallide marionette che votano tanto a destra quanto a sinistra in maniera univoca.

Andiamo con ordine.

Poco prima delle dimissioni dell’ex Presidente del Consiglio (piaccia o non piaccia comunque eletto democraticamente)  il Presidente Napolitano (l’ex-comunista che applaudiva all’invasione russa dell’Ungheria) nomina un ex-dipendente di Goldman-Sachs (una delle banche che ha speculato di più sulla moneta unica ) il Prof. Mario Monti senatore a vita, il quale successivamente viene nominato (e non eletto democraticamente) nuovo Presidente del consiglio con l’incarico di formare il nuovo governo.

Il Sig. Monti forma il nuovo governo attingendo dal gotha (si fa per dire) dei suoi ex compagni di banco (tutti ultra settantenni) ed ex colleghi della Goldman-Sachs e della Bocconi (se fossi un docente della Sapienza o della Statale mi incazzerei come un caimano).

Fin qui potrebbe andare tutto bene (senza tirare in ballo compassi, squadre e grembiulini), perchè comunque   un governo deve ottenere la fiducia del parlamento, ma i nostri scienziati di onorevoli che fanno ? Ad eccezione della Lega Votano la fiducia bi – partisan ….ma cosa ancora più grave si nascondono dietro “un atto di responsabilità per salvare l’euro” !

Ricordo di aver trascorso (evidentemente perdendo tempo) molte notti su libri che spiegavano come destra e sinistra erano accomunate dal rifiuto  dell’uomo assoggettato all’economia, da prospettive diverse entrambi gli schieramenti erano concordi nel dover assoggettare l’economia in funzione dell’uomo (o dell’individuo) e non viceversa.

Tutta l’Europa (purtroppo quella dei burocrati miliardari e non quella sognata da  Brasillach )  è tenuta in scacco da un nano ed una culona provenienti da paesi che la storia ha già giudicato come inaffidabili, e che stanno cercando di nascondere le loro grane finanziarie scaricando le responsabilità sugli  altri.

Questa Europa è morta perché è stata una moneta prima che una Nazione, perché siamo governati da politici morti perché senza idee e senza dignità, schiavi di chi ha in mano le leve finanziarie del mondo.

Ha detto bene in campagna elettorale il popolare Rajoy “La forza delle idee è quella che ci farà vincere” ….

……………. In Spagna ha vinto il Centro – Destra…..  

Una Bufala Chiamata Europa


 

Fiumi di Euro
Fiumi di Euro

di Alessio Papi

 

 

 Bene anzi male, ci si meraviglia di quanto sta accadendo in Grecia si cercano i responsabili, si cerca la pozione miracolosa, pare che qualcuno sia già in procinto di andare da santoni, guaritori, ma purtroppo causa guai giudiziari Wanna Marchi è indisponibile.

Ma nessuno si domanda come è potuto accadere ciò.

Nessuno si chiede come mai la montagna Euro abbia in realtà partorito un topolino e pure malato.

Andiamo per ordine cominciando con un concetto elementare di economia.

La Grecia ha un enorme debito pubblico, ovvero spende più di quanto incamera.

Come si è finanziata (forse mentendo) fino ad oggi ?

Chiedendo soldi sul mercato, ovvero si è fatta prestare i soldi dalle banche ed in cambio ha promesso forti interessi.

Ora non è più in grado di onorare gli impegni, rischia la bancarotta, e gli euroburocrati stanno cercando la formula magica per evitare di danneggiare tutto l’euro.

Ora se fosse una famiglia, si vedrebbe pignorata l’auto, la casa e un terzo dello stipendio, ma siccome è uno stato gli si concede diciamo, un mega-prestito.

Insomma, è come se ad una famiglia gli venisse concesso un finanziamento, per pagare i debiti degli altri finanziamenti ….. il debito sul debito, una spirale dalla quale è difficile uscire.

Nessuno vuole ridurre sul lastrico i “cugini greci” ma è necessario fare alcune considerazioni.

Chi esce vincitore da questa storia?

Sicuramente sappiamo chi perde, i cittadini greci in primis, e successivamente noi tutti cittadini europei….. si è calcolato che più o meno la faccenda ci costerà 80 Euro pro/capite.

Le banche e la grande finanza ci hanno guadagnato 3 volte.

La prima quando hanno speculato sui titoli di stato greci.

La seconda con le speculazioni borsistiche quotidiane legate all’andamento dell’ euro.

La terza prestando i soldi per l’operazione Grecia.

Come è possibile che l’Euro sia ostaggio delle tanto famigerate società di rating che il più delle volte aprono bocca e danno fiato, e che a loro volta sono controllate dalla grande finanza internazionale, ovvero da coloro che speculano sui rating pubblicati ?

Come è possibile una tale fragilità del Sistema Europa ?

Le possibilità sono due di cui una inquietante ed una probabile.

Quella inquietante che per “ingenuità” preferiamo scartare, è che gli “euroculoni” siano al soldo della finanza mondiale.

Quella plausibile è che in realtà per dolo o per colpa l’Europa non esiste.

Non esiste perchè a Bruxelles siedono personaggi con lauti appannaggi, completamente avulsi dalla realtà.

Perchè il braccio della Ue è in verità la fantomatica “commissione europea” una “cricca” di personaggi messi lì (e non eletti), con meccanismi che sfuggono alla umana comprensione, che rappresentano solo se stessi.

Non si spiegherebbe altrimenti, la perdita di denari e di tempo sulle discussioni della commissione europea “sui buchi del emmental” o i dibattiti sul “formaggio sardo con i vermi”.

L’Europa dovrebbe occuparsi di Economia, Ambiente, Energia, Liberalizzazioni, Democrazia, Immigrazione, invece si occupa delle bufale.

E’ proprio questo il punto.

Ci hanno promesso l’ Europa delle Nazioni e dei Popoli…………..

Ci hanno dato una Bufala !!! (e il caseificio non è dei migliori).