Essere o non essere ?


Essere o non Essere ?
Essere o non Essere ?

di Alessio Papi

Essere o non essere, l’atavico dilemma amletico.
Essere o non essere Berlusconi, ma essere Berlusconi senza Napolitano è possibile ? ma soprattutto il Presidente ha giocato pulito (quale dei due) ?
Certamente qualche dubbio è lecito e alcune vicende hanno una sequenza imbarazzante.
Vero è che le pendenze giudiziarie di Mister B. vanno  avanti da anni ma solo ultimamente hanno raggiunto il punto caldo essendo arrivate (in particolare la sentenza Mediaset)  all’ultimo grado di  giudizio.

Un po’ di cronaca recente.
Le prime schermaglie si sono avute (guarda caso) prima della caduta del governo Berlusconi, il quale si dimette lasciando il posto a Mario Monti tempestivamente nominato senatore a vita da Napolitano ed al quale il centro-destra non fa mancare la fiducia in parlamento.
Ma il “capolavoro” lo si ha alle ultime elezioni, il Pdl appoggia un governissimo PD-PDL  su mandato dello stesso Napolitano appena (guarda caso) rieletto Presidente dopo altre candidature andate a vuoto e dopo un “finto” incarico esplorativo al segretario del PD Bersani   .
Mettendo insieme i pezzi si ha l’impressione di un accordo più o meno lecito tra i due.
Gli interessi in ballo erano molteplici.
Berlusconi rischiava in ogni momento di essere cancellato dalla scena politica per via giudiziaria (cosa per altro ancora probabile) , Napolitano era in scadenza  e aveva interesse ad essere rieletto (nonostante le pantomime) dovendo nel contempo garantire la continuità con “l’ancien regime” (che rischia di essere spazzato via) nei gangli delle istituzioni e nei ruoli chiave dell’economia, operazione non riuscita nel governo Monti,  e che probabilmente ci obbligherà a tenerci l’attuale governo fino alla Primavera.
In cambio Berlusconi avrebbe ottenuto “un occhio di riguardo” da parte della Magistratura, essendo il Presidente della Repubblica anche Presidente del CSM.
Insomma una sorta di “mercante in fiera” finito male per colpa di qualche magistrato troppo zelante o poco sveglio, o molto più probabilmente che  ha seguito “altri” ordini di scuderia.
Ciò spiegherebbe molte cose,  tra cui l’imbarazzo di Napolitano sulla concessione della  Grazia e le continue minacce di “crisi di Governo” da parte di B.
Un fatto è certo, se queste ipotesi fossero fondate (lo scopriremo solo vivendo) il centro-destra deve pensare ad un futuro a prescindere dal berlusconismo, auspicando le dimissioni di Napolitano.
La scelta non è tra “essere o non essere” ma tra essere e sparire.

Annunci

Dove eravamo rimasti ?


Governo Lettadi Alessio Papi

Dove eravamo rimasti ?

Bella domanda, sembra una di quelle affermazioni retoriche che si usano per riprendere una discussione nella quale non si ha niente da dire.

Certo è che questo governo pd+l pd-l più che fatto in provetta sembra fatto al circo .

C’è di tutto….. la coppia bipartisan che sembra uscita da una sceneggiatura di Vanzina, “l’esotica” da centro sociale e la sportiva (la quale non si capisce perché dovrebbe stare in politica), la radical chic terzomondista-fancazzista e ricca uscita da un film di Nanni Moretti, un ministro della difesa che non si difende neanche dalle zanzare (a proposito i marò sono ancora in India), la ministra magnapreti che c’è (e a noi comuni mortali non e stato reso noto il perchè ) nonostante il suo partito non esista in parlamento.

Il quadretto si completa con un vice-premier avatar di se stesso (sarà la non-pettinatura), e con un premier tutto sommato neanche pessimo (parla correttamente 4 lingue ed ha un pedigree di tutto rispetto) che purtroppo vista la compagine della quale è a capo è costretto alla politica del “sicuramente ma non credo”.

Dal suo insediamento questo governo ancora non ha prodotto nulla, i provvedimenti più eclatanti sono un contromano con tanto di scorta della Kyenge (un esempio di perfetta integrazione), gli scontrini dei grillini (pupazzi dei quali profeticamente ne avevo previsto la sorte mesi addietro), e parlare di carceri sovraffollate(ma se sei in carcere non è mica perché hai parcheggiato in doppia fila), mentre le imprese chiudono, la gente si suicida per la crisi e gli stranieri sembra siano stati presi da una improvvisa voglia di delinquere.

Il leader dell’opposizione ? Anzitutto esiste una opposizione ? considerando che il Silvio Nazionale è uno degli artefici di questo governo (almeno così dice).

Alcune sue uscite sono formalmente corrette ma peccano nella coerenza.

Parafrasando il rag. Ugo Fantozzi il Governo Monti è stato una cagata pazzesca, questo ormai lo affermano anche i bocconiani più estremisti, eppure il pd+l gli ha retto il moccolo forse perché dimettersi in massa era troppo scontato (e dignitoso).

Con l’Europa e quei figli di troika (perdonate la scontatezza della battuta), ha detto che bisogna “puntare i piedi” giusto …. Ma scusi signor Silvio, lei era a capo del governo fino a 2 anni fa… non ci poteva pensare un pelino prima e magari ci trovavamo anche 2 spicci in tasca ?

Ora capisco che ha qualche problema giudiziario (poteva scegliere meglio i commensali), ma arrivare a farsi un “esercito” personale come Idi Amin Dada (accusato per altro di cannibalismo), mi sembra parossistico, d’altronde i risultati elettorali delle amministrative dove anche buoni amministratori hanno fallito(soprattutto a causa dell’’alto astensionismo), mi sembra un campanello d’allarme piuttosto significativo.

I cittadini complice la crisi, hanno perso la pazienza, e in futuro la perderanno ancora di più, hanno bisogno di segnali nuovi e concreti a cominciare da una legge elettorale che ridimensioni i (non)leader di partito e che torni a rendere protagonisti della politica i territori, e il futuro non può che essere la reintroduzione del mattarellum magari a doppio turno cosa che questo governo dovrebbe affrettarsi a fare per poi dimettersi.

Nel contempo è auspicabile un superamento del berlusconismo spinto che nato in condizioni socio economiche diverse ha ormai esaurito il suo ciclo vitale.

Serve un nuovo centrodestra, ma soprattutto una nuova destra che sappia riaccendere in chiave moderna la fiamma di valori tradizionali.

Il cane da guardia di una coalizione da ricreare e rinnovare, che riporti i cittadici al centro della politica per ricominciare lì dove eravamo rimasti.

Monti Chi ? o peggio Cosa è ?


di Alessio Papi

I simboli troppo spesso sono ignorati, all’occhio del profano possono sembrare degli inutili orpelli, ma la loro importanza è proporzionale alla blasonatura di chi li compie.

Il tanto mite e tanto bonario prof. Monti ne ha combinate un paio davvero grosse .

Ha candidamente affermato (in una sorta di auto-elogio), che gli italiani hanno fiducia in lui ma non nei partiti.

Un non troppo velato disprezzo del parlamento (nel quale siedono i rappresentanti dei partiti eletti dal popolo), degno del peggior dittatore sudamericano (Hitler andò a elezioni col partito unico).

Pensare che il tipo si sia “montato la testa” è lecito.

Senza tirare in ballo complottisti, massoni di ogni solfa, alieni e 11 Settembre, è apparso molto strano che in visita dal Papa il leader di un paese a maggioranza cattolica si sia rifiutato di baciare l’Anello del Pescatore, e la propria consorte non abbia messo il velo (impeccabile invece la visita di Obama che neanche è cattolico).

Quello che ci sta facendo passare per “la cura” è in realtà “una macelleria sociale” che permetterà agli stranieri di fare shopping dell’Italia senza troppi complimenti, in poche parole “il padrone” di Monti non è il cittadino italiano (come dovrebbe essere), ma un’entità astratta sovranazionale mascherata da Europa.

E i partiti ?

Ecco, questo è il vero dramma…. Chi li ha visti?

Fonti non ufficiali danno il siluramento di Emilio Fede (non che mi sia simpatico), come l’inizio del nuovo corso del disfacente Pdl del post-Berlusconi.

I soliti ben informati danno in subbuglio Mediaset con cambio di dirigenti e funzionari, in una visione futura pro-montiana.

Gli ex-An del Pdl (geneticamente allergici a ciò che il Premier rappresenta) sembra stiano già traslocando verso una nuova An.

La prospettiva che ci si presenta per il 2013 è Rai e Mediaset monti-zzate, con il prof. appoggiato da Fini, Casini, Alfano, insomma ironia della sorte un nuovo CAF (vedere le iniziali per credere).

Viene da chiedersi chi sia o cosa sia Monti …

Speriamo almeno che  la Cgil lo faccia cadere sull’art. 18 !

Se Va Tutto a Puttane ……


Made in Italy
L'importanza del Made in Italy

di Alessio Papi

 

Mi trovavo l’altro giorno a disquisire con un amico di simpatie politiche avverse alle mie, se Berlusconi fosse un prodotto di questo paese o se questo paese fosse un prodotto di Berlusconi.

Istintivamente mi è venuto di optare per la seconda opzione ma oggi, col senno di poi, opterei per la prima, Quello che mi sconvolge nella vicenda “Ruby Rubacuori alias Karima El Mahroug” ……, scusate ripeto.

Nella vicenda della prostituta marocchina (così va meglio), quello che sconvolge non è la sussistenza o meno di reati, ma è la finta delicatezza con cui se ne parla.

Per onestà intellettuale faccio alcune premesse: per chi scrive “una escort” è una meravigliosa automobile Ford anni ’70, ed una showgirl è una che non sa fare

nulla ma evidentemente si è portata a letto qualcuno che la manda in Tv.

L’allegra fanciulla marocchina all’epoca dei fatti era minorenne, e afferma di non aver fatto sesso con il premier ma di essere stata pagata altre volte per partecipare “ai festini”…in Italia è reato fare sesso con una minorenne se c’è una differenza di età superiore ai sette anni (scatta in automatico il reato di violenza sessuale)…… forse sarebbe il caso che qualche “magistrato coraggioso” aprisse un fascicolo sui “clienti” ……sai le risate……

Non spetta a noi fare la morale, ognuno a casa su si tromba chi vuole, ma qualche dubbio è lecito.

Ora scadere nel “qualunquismo maschilista” è facile, ma io per guadagnare 8000 euro devo lavorare onestamente 6 mesi e darne il 45% allo stato…… in questa vicenda qualcuno le guadagnava a sera …. vogliamo ancora parlare di “povere figliole” sopraffatte dagli eventi ???

Ci si meraviglia del fatto che il Berluska abbia telefonato in questura…… lo ha fatto per difendere la ragazza marocchina o per qualcuno pizzicato in compagnia della minorenne ??

La sinistra e certi giornali gridano allo scandalo per una presunta telefonata quando a puzzare è l’intera vicenda, che però è figlia dell’Italia.

Assistenti parlamentari indagate (poverine anche loro sopraffatte dagli eventi) per traffico di droga e giri di prostituzione (e io che perdevo tempo nelle sedi di partito), festini a luci rosse e chi più ne ha più ne metta, e ci si scandalizza per una telefonata ???

Da comune cittadino posso avere il dubbio che Lele Mora (indagato insieme a Fede) abbia “fatto scopare mezzo parlamento” avendo piazzato tutti i suoi “artisti” (compreso qualcuno che oggi stilla di calcio su Rai 2) tra Rai e Mediaset ???

E’ un malcostume tutto berlusconiano o è lo specchio dell’Italia ?

Basta aver lavorato in qualche pubblica amministrazione per rendersene conto, anche nel più piccolo ente locale le promozioni, le gratifiche vengono più o meno assegnate ad amici, sottopanza, e vagine più o meno allegre.

Non è questa la sede per fare considerazioni di ordine morale, poichè si scadrebbe nel banale con frasi del tipo “è colpa principalmente di una società maschilista”, ma se qualcuno compra c’è anche chi vende.

Non ci meravigliamo se le ragazzine di oggi sognano di fare le veline e sposare un calciatore, non meravigliamoci se ci sono cinque milioni di italiani (media degli ascolti) pronti a sbavare davanti allo schermo mentre guardano due culi agitarsi su “striscia la notizia” .

Si dice che un paese ha il governo che si merita …… io direi semplicemente che chi ci governa è italiano.

In Inghilterra un ministro si è dimesso perchè il marito aveva comprato un Dvd porno con la carta di credito dello stato……

In Italia la prostituzione non è legale (altra ipocrisia)… eppure statistiche “non ufficiali” dicono che da noi esistono più prostitute (in rapporto alla popolazione), che in paesi come Germania e Spagna dove il “meretricio” è considerata una professione al pari della parrucchiera.

Sarà per questo che “importiamo” prostitute dall’estero ???

Una cosa è certa …………….Va tutto a Puttane !!!