Indietro tutta !!!


L'Arbore di Natale
L’Arbore di Natale

di Alessio Papi

 

Si la vita è tutta un quiz ! Cantava Renzo Arbore negli anni ’80 … la trasmissione innovativa per l’epoca era una grottesca esagerazione dei vizi italiani.

Un quiz sta diventando la politica italiana, dove non si capisce chi sta con chi, ma soprattutto non si capisce se gli attori conoscono il copione.

Una volta si sarebbero potuti intravedere dei tatticismi , finalizzati a raggiungere uno scopo una meta.

Oggi ognuno improvvisa una strategia politica, diventa l’alchimista del 2012, un novello (nel senso enologico del termine) Machiavelli.

Alcune cose sono talmente strane da sembrare provenienti da una candid-camera, impossibili anche per un racconto di fanta-politica.

Vorrei per esempio prendere il Sindaco Alemanno e chiedergli se il novello gli ha fatto acido.

Si perchè francamente non credo Monti stia simpatico a molti italiani.

Come si fa a parlare di “orgoglio e sovranità nazionale” e poi appoggiare chi ci sta vendendo alla Germania e all’Europa delle banche ?

Scusi signor Alemanno, ma Lei non era quello che quando era il segretario del Fronte della Gioventù sognava un’Europa dei popoli libera dall’usura delle banche e dal bieco capitalismo ?

E allora lei e i suoi accoliti che c’azzeccate  con Monti  ?

A volte anziché compiere voli pindarici è più onesto cercare di rimanere se stessi e fare un passo indietro,  magari decidere di darsi al giardinaggio, senza per forza cercare un modo per rimanere in sella con la speranza di fare il ministro nel Monti-bis.

C’è chi sceglie e chi galleggia.

Prendiamo per esempio l’ex-ministro Meloni.

Ha cercato fino all’ultimo un modo per rendere credibile il Pdl (forse con un po’ di ingenuità), ha cercato inutilmente le primarie, magari ha esagerato con photoshop , vorrebbe col strappare con il Pdl …

ma non si sognerebbe mai di iscriversi al club “degli Amici di Monti”.

Ci vuole coerenza e un minimo di dignità …

Ma anche no….

Indietro Tutta !!!!

P.s. Sarà per questo che è stato soprannominato Retromanno ?

Annunci

Posso dire che Renzi non mi piace ?


Renzi non mi piace
Renzi non mi piace

di Alessio Papi

 

Tanto per cambiare voglio essere controcorrente, lo dico apertamente, a me Matteo Renzi non piace.

Ma come diranno i puritani del benpensantismo, ma come fai a dire una cosa del genere ?

E’ come dubitare delle abilità culinarie di Nonna Papera !!!

Anzitutto faccio una premessa, se sfascia il Pd sono contento …  ma si dai almeno qualche dinosauro può darne a lui la colpa, evitando di dover parlare di auto implosione, ma le considerazioni sono altre.

Ho assistito al comizio di Renzi a Roma, e francamente l’ho trovato l’ennesima replica dei numerosi  interventi fatti in giro per l’Italia, una sorta di rappresentazione teatrale comica, dove “l’artista” segue un canovaccio che adatta alla platea, un attore che recita su un soggetto non suo.

L’impressione è quella di una “eterodirezione”, il ventriloquio di qualche “gran cerimoniere”, un “ lo dico perché mi pagano  ma non ci credo”.

Ci sono poi alcune marchiane  stonature, va bene che chi si candida a leader di partito debba incontrare le “realtà imprenditoriali”, ma correttezza e galateo politico prevedono che lo si faccia attraverso le “organizzazioni ufficiali” ovvero confindustria,  lega coop, asso impresa, coldiretti, amici della patata di Avezzano e via dicendo, e non con una cena dove sono presenti esclusivamente inquietanti personaggi dell’alta finanza.

Si dice che uno dei grandi spin-doctor del rubicondo Renzi , sia Giorgio Gori, ex produttore di tanti reality trash (soprattutto Mediaset) e di programmi non proprio intellettuali, allievo di Freccero e (pare) sponsorizzato da Maurizio Costanzo, il quale non mi risulta abbia mai rinnegato la propria iscrizione alla loggia P2 di Licio Gelli, la stessa del Cav. Berlusconi .

 Strane coincidenze ? forse , ma il Renzi vanta un numero di trasferte negli Stati Uniti seconde soltanto a quelle di Di Pietro prima di tangentopoli …. sarò uno che pensa male …..

Certo allo stato attuale delle cose è destinato a vincere, perché il suo bel faccino è (almeno per ora) più spendibile delle sinistre cariatidi e (guarda caso) i media lo pompano a manetta, ma un dubbio mi sovviene, non è che la purga è peggio della malattia ?

La stampa e le televisioni (di tutti i colori politici) sono in mano agli stessi che ci governano, cambiano le facce ma dietro le quinte ci sono sempre gli stessi, una operazione di lifting, volta a mantenere lo status quo.

In giro ci sempre gli stessi direttori di testata, gli stessi giornalisti, parenti di qualcuno o sponsorizzati , eppure solo ora si accorgono degli scandali della politica propinandoci lo spot del “nuovo che avanza”.

Quando vedo troppo marketing nel lancio di un prodotto , per principio diffido sulle qualità reali….. Renzi non mi piace.